Salix alba Tristis – Salice piangente

Delle tre specie di salici più frequenti in città: Salix alba, Salix matsudana Tortuosa, Salix alba Tristis, quest’ultimo è certo il più noto e spettacolare. Quando lo si incontra si pensa subito al Salix babylonica, che però, purtroppo, è rarissimo.

L’origine di questa pianta è complicatissima, noi non ci proviamo neanche ad approfondire. Ci atteniamo ad una versione addomesticata che suona così:
1) il nome Salix alba ‘Tristis’ è sinonimo di Salix x sepulcralis ‘Chrisocoma’;
2) Salix x sepulcralis ‘Chrisocoma’ è una cultivar di un incrocio artificiale fra S. babylonica e S. alba ‘Vitellina’.

Questa micidiale spiegazione solo per ricordare che l’albero ha ereditato:
a) il portamento pendulo dal babylonica;
b) i rametti giallo verdastri dal Vitellina (mentre l’altro genitore ha rametti gialli striati di rosso).

Qui e nella foto precedente il bellissimo esemplare all’imbocco del Tronco Comune al Bassanello.
Sempre lui, come in un quadro di Monet…
Proseguendo lungo il Bacchiglione: Parco Perlasca
In maggio dopo un’acquazzone.
Lungargine Piovego davanti ai Giardini Ognissanti. Luglio 2017
Maggio 2018
Non è durato molto… già in Dicembre 2018 gli han fatto la sfumatura alta.
Una inquadratura che pietosamente nasconde il taglio scriteriato. Gennaio 2019.
Continuando lungo il Piovego, dopo il Ponte Ognissanti; un magnifico esemplare ritratto da Via Fistomba.

Alcuni splendidi esemplari di salice piangente abitano il vicino Parco Europa.

In questo luogo pare che, almeno per il momento, gli alberi crescano indisturbati. Sembra una scelta strategica, speriamo sia effettivamente così.
Poco più in là un esemplare più giovane. Gennaio,…
settembre.
Foglie simili a quelle del Salice bianco, ma più lunghe e sottili. Pagina superiore liscia,…
…quella inferiore bianchiccia, ma senza peli.
Le giovani foglie, al contrario del Salice bianco che le ha rotondeggianti, hanno la stessa forma allungata delle foglie mature.
Dei giovani rametti si è detto...
…giallo verdastri dal Vitellina, mentre l’altro genitore, il babilonica, li ha gialli striati di rosso.
Fiori maschili in amenti gialli a maturazione. Marzo.
Fiori femminili in amenti un po’ più piccoli e verdi, stigma traslucido.
Frutti a forma di birillo.
Si aprono il mese successivo (aprile) e liberano un seme avvolto in un batuffolo, presto trasportato dal vento.
Pianta pioniera: seme minuscolo e fecondo, per attecchire presto e il più lontano possibile.
La corteccia è rugosa, spessa e con increspature incrociate a formare strette losanghe.
Una vecchia foto alla quale sono molto affezionato: un bellissimo Salice pendente, ora morto, che abitava l’inizio della Passeggiata D’Alberigo verso Via Forcellini.

Spigolature

Quando si parla di Salice piangente il pensiero corre immediatamente al Coro del Nabucco: gli ebrei in cattività a Babilonia decidono di appendere le cetre ai salici — a onor del vero pare fossero pioppi.

Arpa d’or dei fatidici vati,
perché muta dal salice pendi?
le memorie nel petto riaccendi,
ci favella del tempo che fu!

Il Solera si era ispirato, dunque, al salmista, e alla stessa fonte si richiama Quasimodo in questa struggente poesia pubblicata nel ’46, quando ancora era vivido il ricordo delle atrocità commesse dalla belva nazifascista.

E come potevamo noi cantare
con il piede straniero sopra il cuore,
fra i morti abbandonati nelle piazze
sull’erba dura di ghiaccio, al lamento
d’agnello dei fanciulli, all’urlo nero
della madre che andava incontro al figlio
crocifisso sul palo del telegrafo?
Alle fronde dei salici, per voto,
anche le nostre cetre erano appese,
oscillavano lievi al triste vento.

Per finire in modo più ameno, prendo queste informazioni da J. Drori, Il giro del mondo in 80 alberi, L’ippocampo, 2018, Pag. 28. Gli inglesi amano dire ‘wearing the willow’ (indossare il salice) per indicare un amore non corrisposto; mentre per gli olandesi, ‘appendere le sigarette al salice’ significa smettere di fumare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.