Tilia cordata

Tilia cordata o Tiglio selvatico è presente in molti luoghi in città. Un posto dove osservarlo con calma, magari comodamente seduti su una panchina, è ai Giardini dell’Arena, presso l’entrata di Via Porciglia all’altezza di una fontanella in un vialetto secondario.

Tilia cordata web
Un gruppo di giovani Tilia cordata ai Giardini dell’Arena, in primo piano a sinistra un Acero di monte, al centro in basso la fontanella.
Tilia cordata 10 Mag18 web
Lo stesso gruppo di cordata della foto precedente questa volta osservato da sud

Tilia cordata ha alcuni caratteri che aiutano l’identificazione, primo fra tutti la fragilità dei frutti che, unici fra i tigli, si rompono con una leggera pressione delle dita. Essi sono rotondi, più piccoli del platyphyllos e senza costolature.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Le brattee, non molto grandi, tendono a sistemarsi al di sopra delle foglie, così  il verde scuro di queste ultime crea un felice contrasto con il verde pallido delle prime.
Tilia cordata 2 Mag18 web
In questa foto, scattata in Maggio, i pallini verdognoli sono boccioli e non frutti, ma l’effetto è lo stesso: brattee e boccioli emergono dalla fitta tessitura delle foglie in una sfolgorante alternanza di varie tonalità di verde.

La foglia è cuoriforme, come allude il nome scientifico, con due linee arcuate all’altezza dei “ventricoli” e un apice decisamente appuntito. Scoprendo la pagina inferiore si trova una piccola sorpresa: vistosi ciuffi di peli rossoarancio nelle ascelle delle venature.

Tilia cordata 11 Mag18 web
Foglie di uno dei cordata di Via Orsini. Il tratto di questa via fra Piazzale San Giovanni e la Breccia di San Prosdocimo è una palestra per l’osservazione, qui dimorano tigli americani, tomentosi e cordata.
Tilia cordata 4 Mag18 web
I ciuffi di peli nelle ascelle delle venature, a destra boccioli maturi.

Il fiore è simile a quello del platyphyllos, forse un po’ più piccolo, leggermente più pallido e con i petali più stretti (non così per i sepali).

Tilia cordata2 Mag18 web
Come altri caratteri il fiore non aiuta molto l’identificazione. Il cordata condivide forma e dimensione del fiore con T. platyphyllos, T. mongolica e le numerose cultivar delle diverse specie.
Tilia cordata 18 Mag18 web
Fiori in piena maturazione: intensissimo profumo e profusione di polline.
Avvicinandosi. Nella foto si osserva uno stame particolarmente appiattito, sembra quasi uno staminodo (stame sterile) tipico di T. americana e T. tomentosa. (Aggiornato il 21 Giugno 2021)

Dove osservarli a Padova?

tilia cordata
Via Morgagni lì dove sbocca Via Alessio, qui abita il più anziano, forse, dei cordata della città. Un albero bellissimo e molto facile da osservare poiché conserva ancora i rami più bassi.
Conservava… poiché nell’Estate 2019 è stato così orrendamente mutilato!
Robuste branche, che portavano rami e fiori, gratuitamente amputate. E portamento irrimediabilmente snaturato. Quasi certamente questa povera pianta è destinata ad una morte prematura: le ferite sono finestre aperte ad ogni genere di agente patogeno.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
L’incrocio fra Via Riello e Via Dimesse, un posto con poco traffico e sufficientemente ampio, comodo per l’osservazione.
Tilia cordata Via S M in Vanzo Web
Un filare di tigli in Via Sanata Maria in Vanzo. Sullo sfondo la Specola. Lungo questa strada si alternano tigli ibridi a giovani cordata, l’impressione è che i cordata siano piantati in sostituzione degli ibridi,  forse perché vecchi o malati. Questa prassi sembra ripetersi lungo molte altre via della città, ad esempio Via Sanmicheli e Via Gattamelata.
Tilia cordata Via Gattamelata web
Via Gattamelata in prossimità della Cattedrale ex Macello, quattro giovani cordata fra ibridi molto più anziani.
Un giovane cordata in Via Orsini. La strada, densamente popolata da tigli di specie diverse, tra maggio e giugno è satura del profumo intenso e dolciastro dei tigli, e i suoi marciapiedi si tingono di giallo.