Thuja (Platycladus) orientalis

Il carattere più singolare, e appariscente, di questo albero è sicuramente il frutto (si dovrebbe dire più propriamente cono). Esso permane sulla pianta per molto tempo e ciò consente una sicura identificazione.

Frutto in giugno: squame uncinate e sovrapposte; colore glauco; dimensioni modeste
A maturazione le squame si aprono e rimane un involucro a mo’ di rosetta legnosa
La pianta fiorisce in febbraio. Questa foto di Aprile mostra i frutti appena formati
Quando il cono si apre, qui in Ottobre, lascia cadere minuscoli semi senza ali.
Fiori maschili, inizialmente giallo limone si imbruniscono quando emettono il polline.
Fiori femminili. Come per la gran parte delle conifere il fiore femminile ha la forma del frutto che verrà.
Particolare. Le secrezioni aiutano la penetrazione del polline.
Le foglie sono microscopiche, meno di 1 mm, e disposte su rametti curiosamente piatti…
…di colore verde intenso, in primavera-estate, su entrambe le pagine; d’inverno tendono a diventare più gialline o rossicce.

La forma piatta di rami e rametti, che dà alla pianta un aspetto vaporoso, è stata sfruttata dai giardinieri per selezionare cultivar dalle singolari fisionomie. Anche la propensione di questa specie a variare il colore delle foglie, con il mutare delle stagioni, è stata oggetto di interesse dei giardinieri.

Bellissima Thuja orientalis al Parco dei Cigni, Via Goito.
Thuja orientalis piramidalis, rami e rametti disposti in piani verticali.
Particolare della foto precedente che mette bene in evidenza il gioco dei rametti appiattiti. Questa Tuia orna l’entrata di un condominio in Via Carducci.
Gennaio. Suggestivo colpo d’occhio all’entrata del Cimitero Maggiore in Via Chiesanuova
Particolare. Il colore invernale di molti individui di questa specie è rosso ruggine.
Via Palestro, presso la Breccia di San Prosdocimo, una siepe fitta e impenetrabile allo sguardo che cambia colore tre volte l’anno. Qui in aprile.

La corteccia grigia e fibrosa, tende, talvolta, a diventare rossiccia.

In molti esemplari il tronco propende a ramificarsi sin dalla base. Via Raggio di Sole.

Altri luoghi in città

Una aiuola in Via Vescovado incrocio Via Vandelli (Piazza Duomo)
Via Bon, in fondo uno scorcio di Via Sografi
Un giardino privato in Via Acquette
Gruppo di Tuie in Via Cremona (Sacra famiglia)
Thuja orientalis piramidalis nella vicina Via Aosta. Il portamento piramidale è ulteriormente accentuato dalla potatura: a certi giardinieri non basta mai…
Via Marco Polo.
L’entrata della Scuola Primaria Mantegna a San Carlo.

2 pensieri su “Thuja (Platycladus) orientalis

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.