Ligustrum lucidum – Ligustro

Il Ligustro è un albero che arriva dall’estremo oriente. Bello, prolifico, resistente si è completamente naturalizzato. In città lo si trova in importanti filari, nei giardini pubblici e privati e, a dimostrazione della sua vitalità, lungo i canali o abbarbicato alle mura cinquecentesche.

Ligustrum Via Acquette
Via Acquette. Nella strada si alternano piante di ligustro e albero di giuda. Le due specie fioriscono in periodi diversi, così lo spettacolo è assicurato.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Spesso è piantato in piccoli gruppi come in questo caso presso il Bastione Pontecorvo. Il muretto sullo sfondo segna il percorso delle mura cinquecentesche, in questo tratto interamente fagocitate dalle abitazioni.
L’albero cresce poco ed è adatto a spazi piccoli come questo cortiletto di Corso Umberto, una felice e intelligente soluzione.
Ligustrum San Giovanni 1
Piazzale San Giovanni, piante di Ligustro, certamente spontanee, aggrappate alle mura cinquecentesche.

Ligustrum lucidum è sempreverde, le foglie sono lucidissime, da qui il nome comune, di forma ovale e leggermente appuntite.

Ligustrum foglia
Foglie disposte a coppie sui rametti (foglie opposte), lucide e coriacee.

La fioritura è spettacolare ed accentuata dal fatto che pochissime altre specie fioriscono nello stesso periodo, metà giugno, allora lo sguardo è attratto dalle macchie biancocrema che appaiono un po’ dappertutto.

Ligustrum Argine Paleopaca
Un tratto di argine lungo Riviera Paleopaca nei pressi della Specola. Anche in questo caso si tratta quasi certamente di piante spontanee.
Ligustrum Argine Paleopaca 2
Lo stesso tratto di riviera della foto precedente, ma visto dalla parte del Fiume.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Spesso l’albero è usato come siepe. Qui in una rigida giornata invernale lungo il tratto di Bacchiglione che dalla diramazione della Specola porta al Ponte delle Torricelle.
Ligustrum Specola 2
Lo stesso gruppo di ligustri della foto precedente in piena fioritura
Ligustrum Ponte del Popolo
Ponte del Popolo visto dai Giardini dell’Arena
Ligustrum Bastione Santa Croce
Bastione Santa Croce. Ligustri fioriti a guardia degli spalti.
Ligustrum P Contarine 1
Esuberante fioritura alle Porte Contarine. L’albero sulla destra è una varietà ornamentale, Ligustrum lucidum excelsum superbum con le foglie bordate di giallocrema. Il piccolo albero fra i due è una lagherstroemia che fiorirà più tardi in pieno agosto.
Ligustrum p Contarine 3
Le foglie di Ligustrum lucidum excelsum superbum. Nella foto si vedono anche i piccoli fiori portati da vistose pannocchie, fiori e pannocchie in tutto uguali alla specie originale.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Boccioli in un giardino privato in Via Raggio di Sole. La foto mostra bene la struttura della pannocchia che porta i piccoli e profumatissimi fiori.

L’albero di ligustro non è molto appariscente, ma in due periodi dell’anno si fa notare. Del primo, la fioritura, si è già detto, l’altro è in autunno quando esibisce vistose bacche bluviolacee molto apprezzate dagli uccelli.

Ligustrum bacche
Bacche di ligustro in un giardino privato in Via Duca degli Abruzzi.
Uno splendido e anziano esemplare ai Giardini dell’Arena in ottobre
Lo stesso individuo in aprile. In primo piano il busto di Levi Civita illustre matematico; uno dei tanti scienziati di religione ebraica vittima delle leggi razziali fasciste

Questo importante albero, quasi certamente nato con la formazione del Giardino dell’Arena, e quindi di valore storico, è stato ucciso irresponsabilmente come documentato qui. Ignoranza, sciatteria, mancanza di rispetto per la vita e le cose belle? non lo sapremo forse mai. [Paragrafo aggiunto in data 3 Agosto 2020].

Un bellissimo filare di anziani ligustri ornava Via XX Settembre, disgraziatamente nella primavera del 2016 il Comune ha deciso di tagliarlo, 35 splendidi esemplari, per rifare il marciapiede.

Ligustrum Via XX Settembre 2
L’unico esemplare superstite dei ligustri di Via XX Settembre. Ora ‘adornano’ la strada insignificanti alberelli dalla crescita molto contenuta.
Ligustrum Via XX Settembre 3
La giunta Bitonci si è distinta, a detta di Lega Ambiente, per un feroce accanimento sugli alberi cittadini: una media annuale di 900 abbattimenti. Del resto basta digitare ‘ligustri via xx settembre’ per ripercorrere la cronaca di quegli agghiaccianti avvenimenti. Allargando un po’ la ricerca, poi, si può venire a conoscenza di numerose altre denunce di misfatti ai danni degli alberi della città perpetrati dalla stessa giunta.