Padova città d’acque – Alberi e canali per un compleanno

4 Tronco Comune

Dopo il Bastione Alicorno il fiume prosegue lungo Via Goito. Di questo tratto d’acqua abbiamo già parlato nel post Lungargina di Via Goito, e non ci soffermeremo oltre. Proseguendo si raggiunge Ponte Saracinesca, e quindi Riviera Paleocapa.

Dal Ponte pedonale che collega Via Goito a Via San Pio X. Il fiume dà rifugio nelle rigide giornate d’inverno a frotte di gabbiani in fuga dalla Bora che sferza il litorale.
Qui, subito dopo il Ponte Saracinesca, l’edificio fra le fronde è la Torre della Catena; sulla sinistra corre Riviera Paleocapa. Uno dei segmenti più suggestivi del fiume. Si riconoscono platani, broussonezie, uno svettante Taxodium disticum e un Fagus sylvatica purpurea.

Poco prima di arrivare alla Specola sulla destra si incontra una cesura della riva. Da qui si dipartiva il Canale delle Acquette. Quando poi si raggiunge la Specola il fiume si dirama: a sinistra diventa Tronco Maestro e a destra, superato il Ponte dell’Osservatorio, prende il nome di Naviglio Interno.

Prosegui