Ricerca per fiore – Fiori solitari

Anche quest’anno Unalberoalgiorno festeggia l’Equinozio d’Autunno con un post. L’occasione poi è particolare poiché si tratta dell’articolo inaugurale di una nuova serie: riconoscere un albero ricoperto di fiori.

Il post contiene una raccolta di alberi con fiori che appaiono isolati. Di solito i fiori solitari crescono in cima ai rametti o nelle ascelle delle foglie, essi possono essere grandi, come per la Magnolia bianca, o minuscoli, a tinta unita o macchiati o striati di colori diversi da quello di base, ermafroditi o a sessi separati. Tutti caratteri questi ai quali converrà porre la massima attenzione. Le specie sono ordinate secondo il periodo di fioritura, riferito alla città di Padova: 45.5° di latitudine nord, 21m slm.

periodo fiorituraspeice
fra gennaio e febbraio Chimonantus praecox (prima di mettere le foglie)
fra gennaio e marzo Corylus avellana, C. colurna
(entrambe prima di mettere le foglie)
febbraio Parrotia persica, Ulmus minor
(entrambe prima di mettere le foglie)
fra marzo e aprile Magnolia kobus, M. k. stellata, M. x soulangeana
(tutte prima di mettere le foglie)
da metà marzo fino in luglioMagnolia liliiflora
fra marzo e aprileCeltis australis, C. occidentalis
aprileCidonia oblonga, Mespilus germanica
fra aprile e maggioLiriodendron tulipifera
maggioDiospyros kaki, D. lotus, Punica granatum
da maggio a fine agostoNerium oleander
giugnoMagnolia grandiflora
da giugno a ottobreHibiscus syriacus

Chimonantus praecox. Gruppi di fiori isolati sui rametti, numerosi petali e sepali gialli, i petali all’interno sono amaranto alla base. Profumo intensissimo.
Fioritura: fra gennaio e febbraio prima di mettere le foglie.

Corylus avellana. Il fiore femminile di questa specie è piccolissimo, cresce all’ascella dei rametti; privo di corolla, di lui si vedono soltanto gli stigmi cremisi sfilacciati in punta.
Fioritura: fra gennaio e marzo prima di mettere le foglie.

Corylus colurna. Fiori similissimi a quelli del cugino C. avellana.
Fioritura: fra gennaio e marzo prima di mettere le foglie.

Parrotia persica. Fiore nudo e piccolo con antere cremisi e stigmi gialli che giocano a nascondersi.
Fioritura: febbraio prima di mettere le foglie.

Ulmus minor. Fiori piccoli, quasi insignificanti, e numerosissimi. Il fiore è nudo, le antere gli danno il colore rosso acceso.
Fioritura: febbraio prima di mettere le foglie.

Magnolia kobus. Il fiore ha in media una decina di petali bianchi, con riflessi crema all’interno e tracce violette all’esterno.
Fioritura: fra marzo e aprile prima di mettere le foglie.

Simile ma con molti petali in più il fiore della sua varietà: Magnolia stellata.
Fioritura: fra marzo e aprile prima di mettere le foglie.

Magnolia x soulangeana.  Fiori dai grandi petali raccolti a forma di calice; bianchissimi all’interno e sfumati di rosafucsia fuori.
Fioritura: fra marzo e aprile prima di mettere le foglie.

Più sottile e colorato il fiore di Magnolia liliiflora, uno dei suoi genitori.
La fioritura inizia in marzo, prima di mettere le foglie, ma si protrae fino in luglio.

Celtis australis. Fiore isolato su lungo peduncolo alla ascella della foglia, privo di corolla (nudo), stigma bifido, giallo verdognolo con fitta peluria, pistillo verde lucente.
Fioritura: fra marzo e aprile allo spuntare delle foglie.

Celtis occidentalis. Fiori praticamente indistinguibili da quelli del cugino C. australis.
Fioritura: fra marzo e aprile allo spuntare delle foglie.

Cydonia oblonga. Fiori grandi in cima ai rametti, cinque petali bianchi venati di rosa e altrettanti sepali dentellati e ripiegati all’indietro. Stigmi giallognoli e stami violacei.
Fioritura: aprile

Mespilus germanica. Fiore bianco e relativamente grande, ha cinque petali merlettati ai bordi. Cinque sono i pistilli (e altrettanti i semi) e numerosissimi gli stami.
Fioritura: aprile.

Liriodendron tulipifera. Fiore gialloverdognolo con striature rosse alla base, per la forma ricorda il tulipano.
Fioritura fra aprile e maggio.

Diopsyros kaki. Quattro petali e quattro sepali, i petali aprendosi si arricciano, mentre il calice si dispiega liberamente.
Fioritura: maggio.
Diospyros lotus, Albero di Sant’Andrea. Fiori simili all’avellana, ma più piccoli.
Stessa fioritura.

Punica granatum. Fiore con numerosi petali rossi, dello stesso colore i filamenti degli stami, gialle le antere.
Fioritura: maggio.

Nerium oleander. Il fiore ha simmetria pentagonale senza riflessione, poiché i singoli petali sono asimmetrici.
Fioritura: da maggio a tutta l’estate.

Magnolia grandiflora. Grandi fiori bianchi e profumati dai petali carnosi. Gli organi sessuali denunciano le sue lontane origini nel tempo: il genere magnolia è primordiale.
Fioritura: giugno.

Hibiscus syriacus. Fiori grandi e variamente colorati dal bianco al rosa al viola, con un motivo cremisi al centro. Una lunga e curiosa struttura porta pistilli e stami assieme.
Fioritura da giugno a ottobre.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.