Zelkova carpinifolia – Olmo del Caucaso

Albero rarissimo in città: oltre a quello dell’Orto, un unico esemplare vive ai Giardini dell’Arena. Il nome comune ricorda il luogo d’origine. Sempre emozionante osservare gli alberi in natura, e se non lo puoi fare nella realtà, concediti un visita virtuale: l’Omino GoogleMaps ci conduce in una radura circondata da zelkove nella Hyrcanian forest a sud del Mar Caspio.

GoogleMaps


Metà novembre, la Zelkova dell’Arena. Vista dal Viale Perlasca
Un mese dopo, sullo sfondo il Viale.

L’albero ha portamento vario: se isolato, tende a ramificare presto e ad espandersi largamente, un po’ come un enorme nocciolo; se è in competizione per la luce, allora sale su dritto e possente esibendo una corteccia liscia e colorata che è un piacere alla vista e al tatto.

Il tronco poderoso dell’esemplare dell’Orto. Il Nostro vive nell’Arboreto assieme ad altri alberi di alto fusto. Sulla destra si intravvede il tronco di un Pinus nigra.
Eccoli entrambi in uno scatto ai limiti dell’impossibile.
Corteccia liscia e grigia, si sfalda in placche che cadendo scoprono regioni arancione.
Orto Botanico di Napoli, anche questo esemplare è alto e slanciato
A un certo punto, tuttavia, sembra riemergere l’inclinazione a ramificarsi…
Comportamento analogo ha la Zelkova Villa Giuccioli a Vicenza, censita fra gli alberi monumentali del Veneto.
Le foglie ricordano il carpino per le venature secondarie dritte e parallele e il bordo dentato, ma a guardarle bene si notano differenze sostanziali: mancano le pieghe che le venature danno alle foglie nel caso del carpino e il bordo si direbbe più crenato che doppiamente seghettato.
Corto picciolo, che rende la foglia pressoché sessile.
Boccioli in marzo al comparire delle foglie
Fiori unisessuali. I maschili somigliano a quelli dell’olmo tranne nel colore: le antere sono decisamente verdi.
I fiori femminili hanno stigma bifido e pelosetto e sono portati all’ascella della foglia.
In basso, purtroppo sfocato, un fiore femminile con quattro stami, a contraddire quanto affermato sul sesso dei fiori, o forse a offrire l’eccezione che conferma la regola…
La forma del pistillo sembra presagire quella del frutto che verrà.
Fiori appena fecondati in aprile
Il frutto è una noce. Nella foto in novembre
Maggio
Settembre 2020, preparativi per convegni notturni. Questa parte dei giardini è sede di eventi che richiedono complessi preparativi concernenti anche le piante che lo abitano. Inservienti allocano un pannello, non si capisce se per pubblicità o a protezione della Zelkova. Forse è il caso di ricordare che la Nostra ha quasi certamente la stessa età dei Giardini.
Ancora in un’immagine autunnale
Le foglie alla fine dell’autunno diventano arancione scuro e permangono sulla pianta per buona parte dell’inverno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.